Liturgia del 15 Febbraio 2018

 
 

Giovedì dopo le Ceneri

Libro del Deuteronomio 30,15-20.


Mosè parlò al popolo e disse:

“Vedi, io pongo oggi davanti a te la vita e il bene, la morte e il male;
poiché io oggi ti comando di amare il Signore tuo Dio, di camminare per le sue vie, di osservare i suoi comandi, le sue leggi e le sue norme, perché tu viva e ti moltiplichi e il Signore tuo Dio ti benedica nel paese che tu stai per entrare a prendere in possesso.
Ma se il tuo cuore si volge indietro e se tu non ascolti e ti lasci trascinare a prostrarti davanti ad altri dei e a servirli,
io vi dichiaro oggi che certo perirete, che non avrete vita lunga nel paese di cui state per entrare in possesso passando il Giordano.
Prendo oggi a testimoni contro di voi il cielo e la terra: io ti ho posto davanti la vita e la morte, la benedizione e la maledizione; scegli dunque la vita, perché viva tu e la tua discendenza,
amando il Signore tuo Dio, obbedendo alla sua voce e tenendoti unito a lui, poiché è lui la tua vita e la tua longevità, per poter così abitare sulla terra che il Signore ha giurato di dare ai tuoi padri, Abramo, Isacco e Giacobbe”.

Salmi 1,1-2.3.4.6.


Beato l’uomo che non segue il consiglio degli empi,

non indugia nella via dei peccatori

e non siede in compagnia degli stolti;
ma si compiace della legge del Signore,

la sua legge medita giorno e notte.

Sarà come albero piantato lungo corsi d’acqua,

che darà frutto a suo tempo

e le sue foglie non cadranno mai;

riusciranno tutte le sue opere.

Non così, non così gli empi:

ma come pula che il vento disperde.
Il Signore veglia sul cammino dei giusti,

ma la via degli empi andrà in rovina.

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 9,22-25.


In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Il Figlio dell’uomo, disse, deve soffrire molto, essere riprovato dagli anziani, dai sommi sacerdoti e dagli scribi, esser messo a morte e risorgere il terzo giorno».
Poi, a tutti, diceva: «Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua.
Chi vorrà salvare la propria vita, la perderà, ma chi perderà la propria vita per me, la salverà.»
Che giova all’uomo guadagnare il mondo intero, se poi si perde o rovina se stesso?»

Santi del giorno

S. Claude La Colombière, sacerdote S.J. (1641-1682)
B. Micha? Sopocko,confessore di S.Faustina Kowalska (? 1975)
SS. Faustino e Giovita, martiri – Patroni di Brescia –
B. Giulia della Rena, terziaria agostiniana (ca. 1320-1370)
BB. Federico Bachstein+13 compagni, martiri O.F.M. (? 1611)
S. Onesimo, convertito da san Paolo, martire (? 95)
SS. Isicio (sac.) e Giosippo (diacono), martiri (? sec. IV)
SS. Zósimo, Barálo e Agápe (vergine), martiri (? sec. IV)
S. Géorgie di Clermont-Ferrand (F), vergine (? sec. V/VI)
S. Quinidio, vescovo a Vaison-la-Romaine Francia (? ca. 578)
S. Severo, sacerdote (? sec. VI)
S. Decoroso di Capua, vescovo (? dopo il 680)
S. Valfredo, abate in Toscana (? ca. 765)
S. Siffredo, vescovo a Växjö in Svezia (? ca. 1045)
B. Angelo Scarpetti da Sansepolcro, sac. O.E.S.A. (? 1306)