Liturgia del 20 Febbraio 2018

 
 

Martedì della I settimana di Quaresima

Libro di Isaia 55,10-11.


Così dice il Signore:

«Come la pioggia e la neve

scendono dal cielo e non vi ritornano

senza avere irrigato la terra,

senza averla fecondata e fatta germogliare,

perché dia il seme al seminatore

e pane da mangiare,
così sarà della parola

uscita dalla mia bocca:

non ritornerà a me senza effetto,

senza aver operato ciò che desidero

e senza aver compiuto ciò per cui l’ho mandata.»

Salmi 34(33),4-5.6-7.16-17.18-19.


Celebrate con me il Signore,

esaltiamo insieme il suo nome.
Ho cercato il Signore e mi ha risposto

e da ogni timore mi ha liberato.

Guardate a lui e sarete raggianti,

non saranno confusi i vostri volti.
Questo povero grida e il Signore lo ascolta,

lo libera da tutte le sue angosce.

Gli occhi del Signore sui giusti,

i suoi orecchi al loro grido di aiuto.
Il volto del Signore contro i malfattori,

per cancellarne dalla terra il ricordo.

Gridano e il Signore li ascolta,

li salva da tutte le loro angosce.
Il Signore è vicino a chi ha il cuore ferito,

egli salva gli spiriti affranti.

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 6,7-15.


In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Pregando, non sprecate parole come i pagani, i quali credono di venire ascoltati a forza di parole.
Non siate dunque come loro, perché il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno ancor prima che gliele chiediate.
Voi dunque pregate così: Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome;
venga il tuo regno; sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male.
Se voi infatti perdonerete agli uomini le loro colpe, il Padre vostro celeste perdonerà anche a voi;
ma se voi non perdonerete agli uomini, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe.»  

Santi del giorno

S. Eleuterio di Tournai (B), vescovo (456-531)
SS. Francisco e Jacinta Marto, veggenti di Fatima nel 1917
S. Serapione, martire ad Alessandria  (? ca. 248)
BB. Cinque martiri di Tiro, nell’attuale Libano (? 303)
S. Tirannione, vescovo di Tiro e martire (? 311)
S. Eucher(io) di Orleans (F), vescovo  (? 738)
S. Leone, vescovo di Catania (720-789)
B. Giulia Rodzinska, domenicana e martire (1899-1945)