Liturgia del 18 Aprile 2018

 
 

Mercoledì della III settimana di Pasqua

Atti degli Apostoli 8,1b-8.


In quel giorno scoppiò una violenta persecuzione contro la Chiesa di Gerusalemme e tutti, ad eccezione degli apostoli, furono dispersi nelle regioni della Giudea e della Samaria.
Persone pie seppellirono Stefano e fecero un grande lutto per lui.
Saulo intanto infuriava contro la Chiesa ed entrando nelle case prendeva uomini e donne e li faceva mettere in prigione.
Quelli però che erano stati dispersi andavano per il paese e diffondevano la parola di Dio.
Filippo, sceso in una città della Samaria, cominciò a predicare loro il Cristo.
E le folle prestavano ascolto unanimi alle parole di Filippo sentendolo parlare e vedendo i miracoli che egli compiva.
Da molti indemoniati uscivano spiriti immondi, emettendo alte grida e molti paralitici e storpi furono risanati.
E vi fu grande gioia in quella città.

Salmi 66(65),1-3a.4-5.6-7a.


Acclamate a Dio da tutta la terra,
cantate alla gloria del suo nome,

date a lui splendida lode.
Dite a Dio: “Stupende sono le tue opere!”

A te si prostri tutta la terra,

a te canti inni, canti al tuo nome”.
Venite e vedete le opere di Dio,

mirabile nel suo agire sugli uomini.

Egli cambiò il mare in terra ferma,

passarono a piedi il fiume;

per questo in lui esultiamo di gioia:
con la sua forza domina in eterno.

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni 6,35-40.


In quel tempo, disse Gesù alla folla: «Io sono il pane della vita; chi viene a me non avrà più fame e chi crede in me non avrà più sete.»
Vi ho detto però che voi mi avete visto e non credete.
Tutto ciò che il Padre mi dà, verrà a me; colui che viene a me, non lo respingerò,
perché sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato.
E questa è la volontà di colui che mi ha mandato, che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato, ma lo risusciti nell’ultimo giorno.
Questa infatti è la volontà del Padre mio, che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; io lo risusciterò nell’ultimo giorno».

Santi del giorno

B. Savina Petrilli, vergine e fondatrice (1851-1923)
B. Luca Passi, sacerdote e fondatore (1789-1866)
B. Louis Leroy, sacerdote e martire (? Laos, 1961)
S. Galdino, arcivescovo di Milano (1096-1176)
B. Andrea da Montereale, sac. O.S.A. (1402/04-1479)
SS. Ermogene ed Elpidio, martiri in Armenia (? sec. inc.)
S. Pusicio, martire in Persia (? 341)
S. Eusebio di Fano (Marche), vescovo (? ca. 526)
S. Láisren o Molaise, abate a Leighlin in Irlanda (? 639)
S. Ursmaro, vescovo e abate di Lobbes (? 713)
S. Antusa di Costantinopoli, vergine (ca. 750-801)
S. Atanasia, vedova e poi eremita ed egumena (? sec. IX)
S. Giovanni Isauro, monaco a Costantinopoli (? dopo l’842)
S. Perfetto di Cordoba, presbitero e martire (? 850)
B. Idesbaldo, vedovo poi abate (? 1167)
André Hibernón, religioso O.F.M. (? 1602)
B. Marie de l’Incarnation Avrillot, carmelitana (1566-1618)
B. Joseph Moreau, sacerdote e martire (1763-1794)
B. Roman(o) Archutowski, sacerdote e martire (1882-1943)