Liturgia del 8 Agosto 2018

 
 

Mercoledì della XVIII settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Libro di Geremia 31,1-7.


In quel tempo – oracolo del Signore – io sarò Dio per tutte le tribù di Israele ed esse saranno il mio popolo”.
Così dice il Signore: “Ha trovato grazia nel deserto un popolo di scampati alla spada; Israele si avvia a una quieta dimora”.
Da lontano gli è apparso il Signore: “Ti ho amato di amore eterno, per questo ti conservo ancora pietà.
Ti edificherò di nuovo e tu sarai riedificata, vergine di Israele. Di nuovo ti ornerai dei tuoi tamburi e uscirai fra la danza dei festanti.
Di nuovo pianterai vigne sulle colline di Samaria; i piantatori, dopo aver piantato, raccoglieranno.
Verrà il giorno in cui grideranno le vedette sulle montagne di Efraim: Su, saliamo a Sion, andiamo dal Signore nostro Dio”.
Poiché dice il Signore: “Innalzate canti di gioia per Giacobbe, esultate per la prima delle nazioni, fate udire la vostra lode e dite: Il Signore ha salvato il suo popolo, un resto di Israele”.

Libro di Geremia 31,10.11-12ab.13.


Ascoltate la parola del Signore, popoli,

annunziatela alle isole lontane e dite:

“Chi ha disperso Israele lo raduna

e lo custodisce come fa un pastore con il gregge”,

Il Signore ha redento Giacobbe,

lo ha riscattato dalle mani del più forte di lui.
Verranno e canteranno inni sull’altura di Sion,
affluiranno verso i beni del Signore.

Allora si allieterà la vergine della danza;

i giovani e i vecchi gioiranno.

Io cambierò il loro lutto in gioia,

li consolerò e li renderò felici, senza afflizioni.

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 15,21-28.


In quel tempo, Gesù si ritirò verso la zona di Tiro e di Sidòne.
Ed ecco una donna Cananèa, che veniva da quelle regioni, si mise a gridare: «Pietà di me, Signore, figlio di Davide. Mia figlia è crudelmente tormentata da un demonio».
Ma egli non le rivolse neppure una parola. Allora i discepoli gli si accostarono implorando: «Esaudiscila, vedi come ci grida dietro».
Ma egli rispose: «Non sono stato inviato che alle pecore perdute della casa di Israele».
Ma quella venne e si prostrò dinanzi a lui dicendo: «Signore, aiutami!».
Ed egli rispose: «Non è bene prendere il pane dei figli per gettarlo ai cagnolini».
«E’ vero, Signore, disse la donna, ma anche i cagnolini si cibano delle briciole che cadono dalla tavola dei loro padroni».
Allora Gesù le replicò: «Donna, davvero grande è la tua fede! Ti sia fatto come desideri». E da quell’istante sua figlia fu guarita.

Santi del giorno

S. Domingo di Guzmán, sacerdote, fondatore O.P. (1170-1221)
S. Mary of the Cross (Mackillop), co-fondatrice (1842-1909)
S. Bonifacia Rodríguez Castro, fondatrice (1837-1905)
SS. Secondo, Carpoforo ed altri due, martiri a Roma (? 305)
SS. Ciriaco, Largo ed altri quattro, martiri a Roma (? 306)
S. Marino, martire a Tarso in Cilicia (? intra 303 e 311)
S. Eusebio di Milano, vescovo (? ca. 462)
S. Sever(o) di Vienne (F), sacerdote (? sec. V)
S. Mommole (Mummolo) di Fleury (F), abate (? 608)
S. Emiliano di Cizico, vescovo in Ellesponto (? sec. IX)
S. Altmanno di Passau (A), vescovo (? 1091)
S. Famiano, eremita a Gallese c/o Viterbo (? ca. 1150)
B. John Felton, laico e martire in Inghilterra (? 1570)
B. John Fingley, presbitero e martire (? 1586)
S. Paolo Ke Tingzhu, martire in Cina  (? 1900)
B. Maria Margherita Caiani, vergine, fondatrice (1863-1921)
B. Antonio Silvestre Moya, presbitero e martire (1892-1936)
BB. Maria del Niño Jesús e 4 compagne, martiri (? 1936)
B. W?odzimierz Laskowski, presbitero e martire (1886-1940)